giovedì 16 febbraio 2017

Spencer Cohen series di N. R. Walker (Anteprima)


Nuova settimana, nuova anteprima.
Sono fomentatissima per queste letture in anteprima, sono sincera. Veramente in fibrillazione, anche perché ho avuto la fortuna di leggere due titoli, quello della scorsa volta, e questo, che mi sono piaciuti molto.
Entrambi editi dalla Triskell Rainbow, sono due storie molto differenti fra loro. Il principe triste era molto più nelle mie corde a livello di scrittura e di come è stata strutturata la trame e l’introspezione dei personaggi, ma anche questo non è affatto male, differente, più scorrevole per un verso, eppure ho come l’impressione che man mano che leggerò anche i prossimi due capitoli di questa storia la trama diventerà molto più complessa.


Spencer Cohen series
di N. R. Walker



***




Trama:
Spencer Cohen è l’uomo giusto per rispondere agli interrogativi che possono sorgere in una relazione. Il suo lavoro consiste nel fingersi una nuova fiamma in modo che l’ex del suo cliente decida una volta per tutte se chiudere il rapporto o andare avanti. In un caso o nell'altro, il cliente avrà la risposta che cerca.
A quel punto, l’ex potrà scusarsi e supplicare, o voltare le spalle e andarsene. Alla fine, però, sarà comunque il cliente di Spencer a vincere, perché la verità – anche se brutta – è sempre meglio del dubbio.
Andrew Landon è stato lasciato senza alcuna spiegazione. Sua sorella, che non riesce a vederlo così distrutto, lo convince suo malgrado ad assumere Spencer affinché faccia finta di essere il suo nuovo ragazzo e lo aiuti a riavere il suo ex.
E Spencer è un professionista: niente emozioni, niente legami, niente complicazioni. Il lavoro è lavoro.
Sì, certo.
Provate a immaginare come finirà questa storia…




***

Non so bene da che parte cominciare questa recensione, non perché abbia trovato il libro brutto, ma proprio perché è una lettura che ho apprezzato e che in un certo modo mi ha anche stupito molto. Voglio andare con ordine, partiamo dalla copertina. Lo so, non bisogna giudicare un libro da quella, però la grafica è originale e particolare ed ha attirato la mia attenzione dal momento in cui l’ho vista, uno dei motivi per cui ho richiesto il libro alla casa editrice. L’ho trovata originale, particolare e di un bellissimo colore. Anche il ragazzo in copertina ha il suo fascino, ho immaginato per tutto il tempo il protagonista con quel bellissimo profilo; è diventato l’uomo dei miei sogni.
Passiamo a cose più serie, ovvero alla trama e allo stile. Ho apprezzato molto entrambe. Lo stile della storia è scorrevole, molto semplice. Di solito non apprezzo la prima persona, eppure in questo libro mi è piaciuta, l’autrice è stata molto brava nel descrivere i pensieri e i sentimenti del protagonista, di quella che è la voce narrante di questo libro; ma non solo, attraverso i suoi occhi possiamo osservare il coprotagonista, il ragazzo del quale si innamora a prima vista. Raramente apprezzo le storie con il colpo di fulmine, due secondi e i protagonisti si giurano amore eterno, eppure in questo romanzo è descritto con tatto. C’è subito attrazione, soprattutto da parte di Spencer verso questo cliente che lo ingaggia per riconquistare il suo ex. Già, perché il lavoro di Spencer è aiutare le persone in amore, o meglio riconquistare i loro ex e, nel caso fosse impossibile, almeno fargli comprendere che è ora di andare avanti e che la storia è veramente finita.
Leggendo la trama e questo piccolo particolare mi è venuto in mente il film con Will Smith: Hitch - Lui sì che capisce le donne. Ma tranne qualche piccola similitudine, Spencer aiuta in maniera molto più delicata e dolce i suoi clienti. Per alcuni istanti mi sono immaginata di tutto, compreso un protagonista pronto a provarci con chiunque, una sorta di playboy che dava consigli non richiesti, ma non è affatto così. Spencer aiuta veramente i suoi clienti, li conosce, li consiglia e alla fine li porta verso la giusta direzione e le persone che amano.
Mi è piaciuto come personaggio, è complesso e lo stesso vale per Andrew, il coprotagonista, e anche il ragazzo per il quale si prende una cotta colossale dopo soli due giorni che lo conosce. Più che una cotta ne è attratto, ma lo considera una persona veramente interessante, un animo affine.
L’intero libro scorre nell’arco di una settimana o poco più, in cui i due si conoscono, si incontrano e man mano si avvicinano. Una cosa che ho apprezzato tantissimo sono i discorsi sulla musica, le canzoni Jazz di cui parlano, i vinili e i giradischi per i quali Spencer ha una vera e propria passione e che fanno precipitare il lettore indietro nel tempo assieme alle canzoni d’epoca. Lo stesso vale nei momenti in cui Spencer posa lo sguardo sul pianoforte di Andrew.
Sono rimasta incantata anche dalle descrizioni sui disegni di Andrew; sarà che adoro Dragon Trainer, è anche il mio film d’animazione preferito, adoro i draghi.


Il punto forte di questo romanzo, oltre ai personaggi, sia quelli principali che quelli secondari, è anche il rapporto dolce che man mano nasce fra i due personaggi. Non ci sono scene erotiche spinte, ma soprattutto la descrizione della nascita di un’amicizia che potrebbe diventare altro.
Il modo in cui si avvicinano è così delicato, dolce, che mi ha fatto innamorare di loro, dei loro carattere e del loro rapporto. Il dilemma di Spencer è che si sente diviso a metà, Andrew è un suo cliente, deve cercare di farlo rimettere con il suo ex, eppure ne è attratto, lo considera una persona veramente splendida.
Ovviamente non c’è solo la storia d’amore, entrambi i personaggi si portano dietro dolore e dei
demoni personali; Spencer, soprattutto, ha lasciato l’Australia e la sua famiglia, ma solo verso la fine si scopre il perché. Solo verso la fine si scopre il motivo della sua omertà e il desiderio di non parlare né del suo passato né tanto meno dei tatuaggi che ha sul corpo, visto che ognuno ha un significato speciale che ancora non è pronto a condividere.


Tutto il suo passato e le sue paure, probabilmente, verranno approfondite nei prossimi libri, visto che così l’autrice ha lasciato molto in sospeso: mi sarebbe piaciuto sapere tutto e subito, ma non si può pretendere troppo.
Un altro punto che mi ha lasciato un pochino perplessa è l’ex ragazzo di Andrew; è un personaggio molto vago e non si comprende il motivo per il quale lo ha lasciato. Anche il suo carattere è vago, come il legame con il suo ex. Lo ama o lo amava? Non si comprende, si deduce che non avevano molto in comune e allora come mai sono rimasti assieme per tutti quei mesi?
Forse approfondirlo non sarebbe stato un male, come mi sarebbe piaciuto leggere una qualche discussione, una leggera scena di gelosia quando vede Spencer con Andrew.
Ci sono punti che trovo affrontati in maniera troppo veloce, troppo affrettata, ma probabilmente non è il fulcro della storia; da quanto ho letto il centro della storia sono i due protagonisti, i loro pensieri e man mano l’evoluzione che sarà del loro rapporto e lo scoprirsi a vicenda.
Questo punto di vista, questo modo di impostare l’intero romanzo, l’ho trovato interessante, originale, differente da molti altri libri dello stesso genere, tanto che, analizzandolo, ci sono tante battute maliziose, qualche bacio, ma alla fine nessuna scena erotica e, per quanto siano piacevoli da leggere, ho apprezzato il modo di avvicinarsi dei due.


Altra anteprima che mi ha incantato, piacevolmente sorpreso e di cui consiglio vivamente la lettura e penso che andrò a cercare altre opere dell’autrice australiana che l’ha scritta, sono curiosa di leggere altri suoi lavori per scoprire se sono delicati come questo libro, così si merita quattro piume di voto.



Nessun commento:

Posta un commento